La biografia e la filmografia di questa famosa attrice Zoe Incrocci

Scopri la biografia e la filmografia di questa famosa attrice Zoe Incrocci

La biografia di Zoe Incrocci

Zoe Incrocci; nata il 21 settembre 1917 a Brescia e morta il 6 novembre 2003 a Roma; è un'attrice italiana che ha suonato per teatro; cinema e televisione. Ha anche fornito rari doppiaggi per cartoni animati in italiano.
Alcune attrici hanno iniziato la loro carriera come modelle Zoe Incrocci ha iniziato la sua carriera in teatro prima di passare al cinema e alla televisione. Dopo aver giocato piccoli ruoli inizia a giocare nei film. Lei è nata nella bella città di Legnano; il film che l'ha rivelata al mondo è L'eredità dello zio buonanima; regia di Amleto Palermi (1934). Ha iniziato la sua carriera di attrice relativamente giovane; e il suo immenso talento la spinse rapidamente sulla scena internazionale.

La filmografia di Zoe Incrocci

  • L'eredità dello zio buonanima; regia di Amleto Palermi (1934)
  • La signora di tutti; regia di Max Ophüls (1934)
  • Seconda B; regia di Goffredo Alessandrini (1934)
  • Il serpente a sonagli; regia di Raffaello Matarazzo (1935)
  • Ma non è una cosa seria; regia di Mario Camerini (1936)
  • L'anonima Roylott; regia di Raffaello Matarazzo (1936)
  • 7 Bibliografia
  • La mazurka di papà; regia di Oreste Biancoli (1938)
  • 9 Collegamenti esterni
  • Totò cerca moglie; regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
  • Strano appuntamento; regia di Dezső Ákos Hamza (1950)
  • Il padrone del vapore; regia di Mario Mattoli (1951)
  • Perdonami!; regia di Mario Costa (1953)
  • Canzone appassionata ; regia di Giorgio Simonelli (1953)
  • Questa è la vita; episodio Marsina stretta; regia di Aldo Fabrizi (1954)
  • Hanno rubato un tram; regia di Aldo Fabrizi (1954)
  • Destinazione Piovarolo; regia di Domenico Paolella (1955)
  • Bravissimo; regia di Luigi Filippo D'Amico (1955)
  • Mi permette; babbo!; regia di Mario Bonnard (1956)
  • Mamma sconosciuta; regia di Carlo Campogalliani (1956)
  • Il cavaliere dalla spada nera; regia di Luigi Capuano e László Kish (1956)
  • Noi siamo le colonne; regia di Luigi Filippo D'Amico (1956)
  • Rascel-Fifì; regia di Guido Leoni (1957)
  • Lui; lei e il nonno; regia di Anton Giulio Majano (1961)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *