La biografia e la filmografia di questa famosa attrice Gina Lollobrigida

Gina Lollobrigida è nata il 4 luglio 1927 a Subiaco, Italia. Destinata ad essere chiamata “La Donna più Bella del Mondo”, Gina probabilmente aveva San Brigido come parte del suo cognome. Era figlia di un produttore di mobili, e cresciuta nel villaggio di montagna pittorico. La giovane Gina ha fatto qualche modella e, da lì, ha continuato a partecipare con successo a diversi concorsi di bellezza. Nel 1947 partecipa a un concorso di bellezza per Miss Italia, ma si classifica terza. Il vincitore fu Lucia Bosé (nato nel 1931), che sarebbe poi apparsa in oltre 50 film, e la prima seconda classificata fu Gianna Maria Canale (nato nel 1927), che sarebbe apparsa in quasi 50 film. Dopo essere apparsa in una mezza dozzina di film in Italia, si vociferava che, nel 1947, il magnate Howard Hughes avesse volato a Hollywood, ma questo non ha portato al suo soggiorno in America, e tornò in Italia (il suo film breakout di Hollywood non sarebbe venuto fino a sei anni più tardi nel film di John Huston Beat the Devil (1953)).

Gina_Lollobrigida
By Ivo_Lollobrigida_sw.jpg: Ivo Bulandaderivative work: César [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons
Tornata in Italia, nel 1949, Gina sposò Milko Skofic, un medico sloveno (all’epoca “jugoslavo”), da cui ebbe un figlio, Milko Skofic Jr. Essi sarebbero sposati per 22 anni, fino al loro divorzio nel 1971. Come i suoi ruoli cinematografici e la popolarità nazionale è aumentato, Gina è stato etichettato “La donna più bella del mondo”, dopo il suo film firma Beautiful But Dangerous (1955). Gina fu soprannominata la “Lollo”, in quanto incarnava il prototipo della bellezza italiana. Il suo aspetto terroso e la corta “insalata gettata” sono stati particolarmente influenti e, infatti, c’è un tipo di lattuga riccia di nome “Lollo” in onore della sua acconciatura carina. Il suo film Come September (1961), co-protagonista di Rock Hudson, ha vinto il Golden Globe Award come film preferito del mondo. Nel 1970, Gina è stata vista solo in pochi film, come si è presa una pausa dalla recitazione e si è concentrata su un’altra carriera: la fotografia. Tra i suoi soggetti c’erano Paul Newman, Salvador Dalí e la nazionale tedesca di calcio.

Abile fotografa, Gina ha pubblicato nel 1973 una raccolta del suo lavoro “Italia Mia”. Immersa nelle sue altre passioni scultura e fotografia, sarebbe il 1984 prima che Gina regalasse alla televisione americana il film Falcon Crest (1981). Anche se Gina è sempre stata attiva, è apparsa in pochi film negli anni Novanta. Nel giugno 1999, si è rivolta alla politica e ha corso, senza successo, per una delle 87 sedi del Parlamento europeo, dalla sua città natale, Subiaco. Gina era anche un dirigente aziendale per le aziende di moda e cosmetici. Come racconta la rivista “Parade” nell’aprile del 2000: “Ho studiato pittura e scultura a scuola e sono diventata per errore attrice”. Gina ha continuato a dire: “Ho avuto molti amanti e hanno ancora romanzi. Sono molto viziato. Per tutta la vita ho avuto troppi ammiratori”.

Scopri la biografia e la filmografia di questa famosa attrice Gina Lollobrigida

La biografia di Gina Lollobrigida

Gina Lollobrigida; il cui vero nome è Luigia Lollobrigida; è un'attrice e fotografa italiana; nata il 4 luglio 1927 a Subiaco.
Alcune attrici hanno iniziato la loro carriera come modelle Gina Lollobrigida ha iniziato la sua carriera in teatro prima di passare al cinema e alla televisione. Dopo aver giocato piccoli ruoli inizia a giocare nei film. Lei è nata nella bella città di Subiaco; il film che l'ha rivelata al mondo è Aquila nera; regia di Riccardo Freda (1946). Ha iniziato la sua carriera di attrice relativamente giovane; e il suo immenso talento la spinse rapidamente sulla scena internazionale.

La filmografia di Gina Lollobrigida

  • Aquila nera; regia di Riccardo Freda (1946)
  • Lucia di Lammermoor; regia di Piero Ballerini (1946) - non accreditata
  • L'elisir d'amore; regia di Mario Costa (1947)
  • Il delitto di Giovanni Episcopo; regia di Alberto Lattuada (1947)
  • Il segreto di Don Giovanni; regia di Camillo Mastrocinque (1947)
  • Vendetta nel sole (A Man About the House); regia di Leslie Arliss (1948)
  • 7 Discografia parziale

    7.1 Singoli
  • Pagliacci; regia di Mario Costa (1948)
  • 9 Cultura di massa e citazioni
  • 10 Note
  • 11 Altri progetti
  • 12 Collegamenti esterni
  • Alina; regia di Giorgio Pàstina (1950)
  • Vita da cani; regia di Mario Monicelli e Steno (1950)
  • La città si difende; regia di Pietro Germi (1951)
  • Enrico Caruso; leggenda di una voce; regia di Giacomo Gentilomo (1951)
  • Passaporto per l'oriente (A Tale of Five Cities) (1951)
  • Achtung! Banditi!; regia di Carlo Lizzani (1951)
  • Amor non ho... però... però; regia di Giorgio Bianchi (1951)
  • Moglie per una notte; regia di Mario Camerini (1952)
  • Fanfan la Tulipe; regia di Christian-Jaque (1952)
  • Altri tempi; episodio Il processo di Frine; regia di Alessandro Blasetti (1952)
  • Le belle della notte (Les Belles de nuit); regia di René Clair (1952)
  • Le infedeli; regia di Mario Monicelli e Steno (1953)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *